fitoterapia

Più drenante dell’ortica e buona come gli spinaci. Impara ad usare questa erbaccia!

L’ erbaccia di cui vi parlo nel titolo è la Parietaria ( Parietaria Officinalis L.) anche detta erba vetriola, infestante largamente diffusa in tutto il mondo e che ama crescere in ombra a ridosso di muri e pietre (paries = muri) ; fa parte della stessa famiglia delle Ortiche e ne condivide molte proprietà officinali.

BIG11807Sicuramente molti di voi staranno già facendo il segno della croce tipo “vade retro satana” perchè al solito parlare di parietaria va a braccetto con il parlare di allergia. E non posso darvi torto, le infiorescenze della parietaria sono tra le principali responsabili dei fastidi delle allergie primaverili.

C’è però una parte della pianta che oltre a non suscitare nessun tipo di reazione allergica è anche edula e utilissima dal punto di vista erboristico e officinale! Parliamo delle parti aeree e in particolare delle foglioline più giovani (cime).

Le proprietà fitoterapiche delle foglie di parietaria sono simili a quelle dell’ortica. La parietaria è fortemente diuretica, depurativa, emolliente. Viene impiegata con successo per contrastare problematiche nelle affezioni delle vie urinarie, specialmente nelle calcolosi (si dice anche erba “spaccapietre” proprio in riferimento ai calcoli). Come depurativo si utilizza contro i  reumatismi.

herbal-tea-recipesInfuso depurativo e drenante di parietaria: 

Raccogliete le foglie più tenere e giovani di parietaria (nel periodo in cui non è in fioritura, tendenzialmente estate e autunno) e fatele essiccare completamente. L’infuso si prepara con 2 cucchiai di foglie secche di parietaria sminuzzate finemente. Versare sul trito di foglie 1 litro d’acqua bollente. Lasciare in infusione per 30 minuti. Ne vanno consumate 4 tazze al giorno lontano dai pasti. Se il gusto non è gradito può essere corretto con un piccolo quantitativo di scorza di limone.

Parietaria-officinalis-L

Tintura di Parietaria per calcolosi e disturbi urinari:

Mettere a macerare 30 g di foglie secche sminuzzate di parietaria in 120 g di alcool a 60° per almeno 10 giorni. Passati i 10 giorni scolare e filtrare il macerato e conservarlo in una bottiglietta di vetro scuro con il contagocce (come quelle di vetro marrone scuro che si trovano in farmacia). Se ne potranno assumere 40-50 gocce 3 volte al giorno diluite in un po’ d’acqua.

Le giovani foglie di Parietaria Officinalis possono essere anche consumate come una qualsiasi verdura, avendo cura di cuocerle per bene.

pasta-fresca-alla-parietaria-wwPotete trattare le foglie di parietaria come trattate gli spinaci e le erbette: ripassate in padella, per aromatizzare risotti e aggiunte ai minestroni. In rete si trovano molte ricette interessanti da realizzare utilizzando la parietaria, ve ne segnalo qualcuna che mi è sembrata interessante:

 

NOTA BENE: Sebbene la parte che genera reazione allergica sia il polline delle infiorescenze e non le foglie, chi soffre di allergia severa a questa specie vegetale deve assolutamente consultare il proprio medico allergologo prima di assumere qualsiasi integratore o preparato a base di parietaria. L’articolo deve essere inteso a scopo semplicemente informativo.

 

 

Annunci

6 thoughts on “Più drenante dell’ortica e buona come gli spinaci. Impara ad usare questa erbaccia!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...