antiossidanti, Dimagrimento, fitoterapia, Vitaminizzanti

Semi di Chia. Qualità e idee per utilizzarli

I semi di chia ormai sono ovunque, si possono comprare quasi in qualsiasi supermarket e non c’è sito che tratti di salute e benessere che non ci abbia già deliziato con qualche infografica (prontamente rimbalzata dai profili Facebook di ogni salutista che si rispetti)! Vi stupireste, a questo punto, di sapere che moltissime persone con cui mi è capitato di parlare non hanno la minima idea di come poi utilizzarli, questi semini “miracolosi”??

 

Prima di tutto diciamo che la presenza dei semi di chia in Italia non costituisce certo una novità esotica e modaiola e seppure siano da considerare davvero un superfood questo non significa che siano una panacea!

chia-seedsLa Chia proviene da lontano, in particolare dal Messico ( il nome scientifico è Salvia Hispanica ). Ne parlano già due abati Romani nel 1790 in un trattato botanico dove osservano la crescita di alcune piante di salvia hispanica nel loro orto e raccontano dell’utilizzo che ne facevano i messicani ( e l’uso tradizionale degli antenati di questi ultimi ) per produrre bevande energizzanti e rinfrescanti, oltre che (insieme a mais, zucchero e altri semi) per produrre una sorta di conserva chiamata “chiantzotzollatolli”.

All’epoca però le proprietà nutrizionali e fitoterapiche erano ancora poco conosciute nel nostro continente! Ma nel tempo siamo arrivati a dimostrare che questi minuscoli semini sono davvero una miniera d’oro:

  • sono la maggior fonte vegetale conosciuta di Omega3 (contengono più acidi grassi Omega3 dei semi di lino e non devono essere tritati per poter essere utilizzati, e circa 8 volte la quantità di Omega 3 del salmone)
  • aiutano a mantenere sano l’intestino: il 90% della composizione sono fibre insolubili che aumentano il volume delle feci e facilitano il transito. Il restante 10% è costituito da fibre solubili che formano una gelatina che limita l’assorbimento di zuccheri e grassi.
  • Contengono proteine
  • Consentono di integrare vitamina A, C, E ed acido folico
  • Contengono molto calcio, ferro e potassio (il doppio del potassio delle banane, 3 volte il ferro degli spinaci)
  • Sono antiossidanti
  • Aiutano l’organismo a produrre collagene e a mantenere il tono cutaneo
  • Utilissimi nelle diete dimagranti (riducono assorbimento di grassi e zuccheri, riducono il colesterolo, aiutano l’intestino nell’eliminazione delle scorie)

Due soli cucchiai di semi di Chia (più o meno 25 grammi) contengono: 8g di fibre cellulosiche (più di 1/4 della dose quotidiana ottimale che si dovrebbe assumere), 5g di proteine ad alto valore biologico, 125g di calcio, 5g di acidi grassi Omega3

Ho preparato ieri una smoothie bowl con semi di chia e muesli per colazione, vi lascio la ricetta se vi fa piacere provarla, riempe moltissimo ed aiuta a non pacciugare per il resto della giornata!

20170322_115445SMOOTHIE BOWL Morning Boost

Ingredienti: fragole una manciata, 1 tazzina da caffè colma di mirtilli, 1 banana, 1 yogurt o mezza bottiglietta di kefir, muesli, semi di chia.

Procedimento: mettere nel bicchiere del frullatore la frutta (potete scegliere quella che vi piace di più, meglio se di stagione) e frullate fino ad ottenere una crema omogenea.

Versare in una scodella e utilizzare i topping preferiti, ad esempio semi (chia, lino, zucca etc), muesli, frutta secca etc… mescolare e gustare!

Altri modi per utilizzare i semi di chia e poter giovare dei loro benefici nutrizionali potrebbero essere:

  • inserire i semi di chia nell’impasto di pane e torte
  • per preparare cracker di semi con l’essiccatore
  • per fare pudding e budini
  • spolverarli sull’insalata
  • metterne 1 cucchiaino nello yogurt o sul gelato
  • si possono utilizzare anche per creare cocktail originali

chia-seed-waterBibita rinfrescante ai semi di chia

Ingredienti: acqua, zucchero di canna, semi di chia, limone, acqua di rose o sciroppo di rose.

Procedimento: far scaldare un pentolino d’acqua e sciogliervi 1 cucchiaino di zucchero di canna. Una volta tiepida aggiungere i semi di chia alla soluzione e far riposare in frigo per circa 2 ore. Recuperare dal frigo, aggiungere il succo di mezzo limone e sciroppo di rose o acqua di rose a piacere. Gustare con ghiaccio.

 

Spero di avervi dato qualche buona idea su come utilizzarli, ‘sti benedetti semi di Chia!! Alla prossima!

 

 

Annunci

9 thoughts on “Semi di Chia. Qualità e idee per utilizzarli”

  1. Ma quanto hai ragione? Internet è una bella fonte di informazione, ma spesso ci si lascia trascinare da delle belle foto, tanto per dire “ah si, lo so anche io”, salvo poi non sapere un bel tubo di niente…
    Anche a me è capitato di chiacchierare con varie persone e di scoprire come molte elogino un prodotto perchè è famoso, piuttosto che salutare o indicato per alcuni regimi alimentari specifici.
    Ma meno male che noi abbiano fitoterapia pratica (e utile) 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Ciao Francesca!
    Io li mangio quando capita nello yogurt greco!
    Proprio ieri cercavo un’alternativa sana al dessert e, modificando la ricetta di un’amica, ho preparato dei bicchierini di cous cous dolce con spezie (chiodi di garofano, noce moscata e cannella), miele, frutti rossi reidratati, semi di chia e semi di girasole…buono!
    Ne ho tenuto da parte un po’ per stamattina e sono rimasta super soddisfatta…decisamente un’ottima colazione, accompagnata da una buona tisana. Sono rimasta sazia a lungo!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...