Dolori e Infiammazioni, fitoterapia

10 fitoterapici per regolarizzare l’intestino irritabile

Leggendo il post davvero interessante di Lux sull’importanza di probiotici e prebiotici per il nostro microbioma (vi invito davvero a leggerlo), ho pensato di creare per voi un post dedicato al ruolo che può avere la fitoterapia nell’alleviare i fastidi della sindrome dell’intestino irritabile.
Nella definizione standard di “sindrome dell’intestino (o colon) irritabile” si impacchetta in realtà un’ intera costellazione di sintomi e fastidi che possono essere davvero invalidanti e condizionare pesantemente la vita quotidiana di chi ne soffre! E coloro che hanno la sfortuna di soffrirne sono moltissimi: si stima che ne siano affetti circa il 30% degli americani.

In condizioni di normalità, contrazioni ritmiche dell’intestino trasportano le scorie alimentari al retto; in queste condizioni alterate la peristalsi diventa casuale e dolorosa caratterizzata da stipsi, diarrea o un alternanza di esse. Sono frequenti meteorismo, gonfiore e nausea. Si è stanchi, si dorme male, si è quasi sempre infastiditi da cefalee e bruciori di stomaco, l’alito è cattivo e ci si sente annebbiati ed in perenne condizione di ansia e preoccupazione. I sintomi si accentuano in momenti di stress o particolare impegno emotivo.

Cosa può aver provocato questa situazione? Sono state individuate diverse possibili cause:

  • Dieta sregolata tipo “fast food”, composta principalmente da alimenti preconfezionati o zuccheri raffinati, scarso apporto di fibra
  • Stress emotivi (reazioni sregolate del sistema nervoso)
  • Traumi emotivi irrisolti
  • Infezioni croniche del tratto digerente (candida, parassitosi, batteri)
  • Disbiosi intestinale
  • In rari casi anomalie strutturali ,ad esempio della colonna vertebrale

Come alleviare i sintomi?

Prima di passare a consigliarvi quali possono essere gli interventi fitoterapici ed aromaterapici adeguati, vorrei soffermarmi sui cambiamenti cruciali che può determinare un cambio di alimentazione basato su alcuni pilastri:

  • Aumentare molto l’apporto di fibra consumando verdura, legumi e cereali integrali
  • Bere a sufficienza anche durante i pasti
  • Prodotti a base di grani “morti” o zucchero bianco vano ridotti al massimo
  • I grassi staturi, idrogenati e parzialmente idrogenati disturbano l’intestino e sono difficili da digerire
  • Ridurre consumo di burro, margarina e cibo fritto
  • Caffè ed alcol non sono indicati
  • Latticini e cioccolata vanno utilizzati con moderazione perchè generano muco

Un digiuno di 3 giorni con la sola assunzione di succhi di frutta e verdura è utile per disintossicare l’intestino, ma va eseguito sotto controllo medico.

2_BH
Olio di Menta Piperita, ideale per ridurre crampi e gas intestinali.

Eccoci quindi ai fitoterapici adatti!

  • Capsule di Olio di Menta piperita: riduce i crampi ed i gas intestinali.
  • Bergaseed , un mix di olii essenziali (bergamotto deterpenizzato, limone, arancio e timo) super purificante e lenitivo. Se ne possono assumere 6 gocce + 4 gocce di olio essenziale di Tea Tree in un bicchiere d’acqua al mattino.
  • Radice di Genziana (Genziana Lutea)
  • Zenzero fresco o in tisana
  • Olmo Rosso ( Ulmus fulvus)
  • Lapacho ( Tabebuia avellanadae), la corteccia consumata come decotto è un calmante e disinfettante intestinale, se ne stanno studiando le proprietà come anti cancerogeno per il colon.
  • Succo di Aloe Vera, calma l’irritazione e ripristina la salute dell’apparato digerente
  • Cardo Mariano ( Silybum marianum) aiuta in caso di fegato affaticato, riequilibrando il sistema di eliminazione delle scorie

Per intervenire anche con l’aromaterapia:

  • Olio essenziale di Neroli + Camomilla + Lavanda combinate in un bagno caldo o diluite in olio vettore per eseguire massagi addominali.
  • Olio essenziale di Pepe nero può alleviare la stitichezza e la digestione lenta. Usarlo come impacco caldo per l’addome.

Approfondimenti:

 

Tutto il contenuto di questo articolo deve essere considerato di carattere esclusivamente divulgativo e non può in alcun modo intendersi come sostitutivo di atti medici, né riferirsi a specifici casi singoli, per i quali si invita a consultare il proprio medico curante. L’autore di questo blog non è responsabile di eventuali conseguenze derivanti da un utilizzo dei suoi contenuti diverso da quello meramente informativo.
Annunci

2 thoughts on “10 fitoterapici per regolarizzare l’intestino irritabile”

  1. Bell’articolo però vorrei fare un doveroso appunto..in caso di sibo i legumi andrebbero limitati al massimo e sarebbe opportuno seguire una alimentazione a basso contenuto di FODMAP ..è il protocollo più efficace. Io la consiglio ai miei pazienti spesso
    Saluti

    Dott.ssa Sara Fadda -Biologo nutrizionista

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...