fitoterapia, Stress e disturbi correlati

Come dormire meglio e ridurre lo stress: la Passiflora

Le prime varietà che conosciamo della famiglia delle passifloraceae vennero scoperte in America meridonale nella seconda metà del ‘500, in piena opera di evangelizzazione delle popolazioni locali da parte degli ordini ecclesiastici cristiani. Il nome passiflora deriva proprio dall’invenzione di una leggenda che i frati raccontavano agli indigeni: il fiore avrebbe rappresentato la passione di Cristo. I 3 stigmi come i 3 chiodi della crocifissione, i filamenti come la corona di spine, i petali come i 10 apostoli rimasi fedeli a Gesù etc.. così per ogni parte costituente del fiore. La nuova pianta arriverà in europa grazie ai Gesuiti nel XVII secolo.

La varietà Passiflora Incarnata L. è invece originaria dell’sud est degli U.S.A. ed è quella che viene utilizzata in erboristeria e fitoterapia.

Passion Flower Essence

Le proprietà

Già gli Atzechi usavano la Passiflora come rimedio rilassante, dal momento che ne conoscevano  le proprietà sedative sul sistema nervoso centrale, in particolare sui centri del sonno.

I principi attivi responsabili dell’alta qualità del rimedio sono flavonoidi (che hanno effetti benefici sul sistema nervoso), cumarine, acidi fenolici, fitosteroli ed eterosidi cianogeni.

L’azione dimostrata è SEDATIVA (non narcotica), ANSIOLITICA ed ANTISPASMODICA. Riduce inoltre i movimenti muscolari involontari.

E’stato dimostrato di recente come i flavonoidi possano legarsi ai recettori centrali e periferici delle benzodiazepine, con un’ azione blandamente ipnotica e sedativa che è sicuramente utile in satati quali: insonnia, ansia, isteria, fobie, angosce. E’ il rimedio ottimale per un progressivo allontanamento dagli psicofarmaci (sempre sotto stretto controllo medico, il fai da te non è assolutamente consigliato in questi casi!).

Assumere passiflora è utilissimo anche in menopausa per ridurre l’intensità delle vampate di calore, la tachicardia, i disturbi dell’umore e l’inquietudine.

Ottimo rimedio anche per il ciclo mestruale doloroso dal momento che rilassa le pareti dell’utero.

passiflora_concfluido_270x242.jpgCome utilizzarla

Si può utilizzare essiccata in infuso per preparare un tè calmante, come estratto concentrato fluido o come estratto secco in capsule.

La Passiflora non è vietata in gravidanza, ma mi sento comunque di sconsigliarla per l’azione di alcune componenti sulle pareti uterine.

 

Vi lascio con la Leggenda della Passiflora di cui vi ho parlato!

“ Nei giorni lontani, quando il mondo era tutto nuovo, la primavera fece balzare dalle tenebre verso la luce tutte le piante della Terra, e tutte fiorirono come per incanto.

Solo una pianta non udì il richiamo della primavera, e quando finalmente riuscì a rompere la dura zolla la primavera era già lontana…

– Fa’ che anch’io fiorisca, o Signore! Pregò la piantina.

– Tu pure fiorirai, rispose il Signore.

– Quando? Chiese con ansia la piccola pianta senza nome.

– Un giorno…, e l’occhio di Dio si velò di tristezza.

Era ormai passato molto tempo, la primavera anche quell’anno era venuta e al suo tocco le piante del Golgota avevano aperto i loro fiori. Tutte le piante, fuorché la piantina senza nome.

Il vento portò l’eco di urla sguaiate, di gemiti, di pianti: un uomo avanzava fra la folla urlante, curvo sotto la croce, aveva il volto sfigurato dal dolore e dal sangue…

– Vorrei piangere anch’io come piangono gli uomini – pensò la piantina con un fremito…

Gesù in quel momento le passava accanto, e una lacrima mista a sangue cadde sulla piantina pietosa. Subito sbocciò un fiore bizzarro, che portava nella corolla gli strumenti della passione: una corona, un martello, dei chiodi… era la passiflora, il fiore della passione.

(Autore ignoto)

 

Link e bibliografia di approfondimento:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21294203

Giuseppe Maffeis – Camomilla, Tiglio e Passilora (Riza)

 

Tutto il contenuto di questo articolo deve essere considerato di carattere esclusivamente divulgativo e non può in alcun modo intendersi come sostitutivo di atti medici, né riferirsi a specifici casi singoli, per i quali si invita a consultare il proprio medico curante. L’autore di questo blog non è responsabile di eventuali conseguenze derivanti da un utilizzo dei suoi contenuti diverso da quello meramente informativo.

 

 

Annunci

2 thoughts on “Come dormire meglio e ridurre lo stress: la Passiflora”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...